Il massaggio del bambino è una modo di stare col proprio figlio (o nipote); massaggiare significa mettersi in relazione profonda con i propri piccoli e riscoprire una forma di comunicazione sincera. Una “porta” che si apre quando nasce un bambino, e che non si “chiude” più. Ma il bambino cresce e le sue esigenze e cambiano. L’adulto può trovare e scoprire nuovi giochi di contatto e modalità per continuare a massaggiare il bambino rispettando le sue richieste e i suoi nuovi bisogni.

Finalità del corso sono la condivisione e il confronto su temi legati alle tappe di sviluppo psicomotorio del bambino, e alle sue possibilità di percepire il proprio corpo, con i suoi limiti e le sue potenzialità in modo da costruirsi un suo schema corporeo e motorio.
Durante gli incontri mamme/papà (oppure nonni) possono imparare alcune filastrocche raccontate sul corpo e giochi di contatto che permettono loro di mantenere il legame e la comunicazione che passa attraverso il corpo.
Questi giochi vanno vissuti come esempi per poter “inventare” assieme al bambino un proprio modo di stare “in contatto”.

“le carezze, gli abbracci,
Il contatto delle nostre mani
parlano al bambino.
Un linguaggio autentico,
senza inganni di sorta.
anche le parole, certo,
quelle soprattutto delle filastrocche,
delle piccole storie ripetute
ogni sera.
Un modo di stare insieme
nel gioco
nel contatto,
nella scoperta reciproca.
(da “Il libro delle coccole”)

Quando

3 incontri di due ore il mercoledì o il venerdì

in partenza al raggiungimento del numero minimo di adesioni

Per chi

mamme o papà o nonni con bimbi da 6/9 mesi a 3 anni

Con chi

Manuela Martelli, educatrice motoria e insegnante AIMI

Dove

sede Melograno, via Nazionale 59, Bronzolo